Utero in affitto, Brandi e Coghe: «Cgil passata dai fattori di produzione a quelli di riproduzione»

«Dai fattori di produzione ai fattori di riproduzione il passo è stato breve e verso il baratro. Persa la battaglia della difesa dei lavoratori, sempre più abbandonati a una giungla senza diritti, la Cgil senza idee e sempre meno iscritti ha scelto di occuparsi di gestazione per altri. L'utero è del sindacato e lo gestirà lui ora?». Il gioco di parole che nasconde una forte denuncia è di Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente del Congresso mondiale delle famiglie e di Provita e Famiglia, in merito al convegno dell'Associazione Luca Coscioni in collaborazione con Cgil Nuovi Diritti sul tema 'Fecondazione medicalmente assistita e gestazione per altri' che avverrà domani presso la Sede del sindacato.

«Li chiamano nuovi diritti, ma la verità è che certa sinistra si è dimenticata e ha tradito le classi lavoratrici ed è diventata subalterna al business mondialista. Il tutto sulla pelle di bambini e donne povere che affittano grembi per nove mesi per la felicità di qualche potente compratore. Si vergognino» hanno proseguito Brandi e Coghe.

«Noi non permetteremo che le persone tornino a essere oggetti» - hanno concluso - «e difenderemo la dignità umana dai sempre più "voraci diritti civili", che fanno carne da macello dei più piccoli e deboli nel mondo. È scandaloso e un'abiezione che Maurizio Landini si metta a fare il megafono di quei ricchi padroni capricciosi che dovrebbe combattere».

Enzo Vecciarelli (Ivan Romano/Getty Images)
  • C'è un ampio fascicolo sulla corruzione degli apparati militari: inquisito anche il generale Enzo Vecciarelli, il più alto nella gerarchia. Avrebbe ricevuto utilità illecite. Una imprenditrice alza il velo sugli appalti: «Un sistema in cui se non ti adeguavi non lavoravi».
  • Al suo posto si insedierà il generale Cavo Dragone.

Lo speciale comprende due articoli.

Getty Images

In Austria hanno deciso, nel caso ci fosse un aumento dei contagi, di rinchiudere in casa i non vaccinati. Se hai offerto il braccio alla patria sei libero di circolare, cioè sei un cittadino di serie A, con tutti i diritti civili sanciti dalla costituzione. Se invece sei renitente al siero devi pagare pegno, cioè essere ristretto in casa, privato della libertà di movimento, in pratica agli arresti domiciliari come chiunque debba scontare una pena detentiva. L'annuncio del cancelliere Alexander Schallenberg non lascia spazio a esitazioni, se i posti occupati (...)

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings