Toscani difende i padroni Benetton: «Non è colpa loro, italiani cattivi»

Toscani difende i padroni Benetton: «Non è colpa loro, italiani cattivi»
Ansa
Il fotografo non ha mai lesinato offese: ai veneti («ubriaconi») o agli elettori «cretini» che hanno votato Lega. Ma ora che il suo storico datore di lavoro è nella bufera per i morti di Genova, cambia idea: odiare è sbagliato.
Eni, trivellazioni e affari in Israele. L’inciucio tra dalemiani e renziani
(IStock)
La Blue power cercò, attraverso il Giglio magico, di esportare la tecnologia per l’estrazione offshore del gas. L’accordo sfumò per la crisi di governo e il ministro dell’Energia fu anche travolto da uno scandalo sessuale.
Sanzioni, Mosca è un muro di gomma. Sul petrolio la Germania spacca l’Ue
(Istock)
  • Smentiti gli esperti: l’economia russa resiste all’impatto dell’embargo. E il rublo è addirittura in crescita. Il ministro tedesco dell’Economia vuole lasciare fuori l’Ungheria dallo stop al greggio: ma così sarà il caos.
  • Mario Draghi si è perso sulla via del grano. Né la pista bulgara né quella turca, immaginate dal premier, possono essere risolutive. Sofia non ha interesse a vendere all’Italia. E Ankara è un nostro diretto concorrente.

Lo speciale comprende due articoli.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings