pogacar

Il grande ciclismo scalda i pedali
Mathieu Van Der Poel durante la 120ª edizione della Parigi-Roubaix (Ansa)

In attesa dei tre appuntamenti più importanti della stagione, Giro d'Italia, Vuelta di Spagna e Tour de France, ad aprile si corrono le mitiche classiche: il 2 aprile Tadej Pogačar ha dominato il Giro delle Fiandre, Jonas Vingegaard ha trionfato nel Giro dei Paesi Baschi, ieri è stato il turno della Parigi-Roubaix, vinta dall'olandese Mathieu Van der Poel. Mercoledì 19 si corre la Freccia Vallone, domenica 23 la Liegi-Bastogne-Liegi. E domani scatta il Giro di Sicilia.

Dai pro agli amatori il ciclismo coinvolge 2 milioni e mezzo di italiani
iStock
  • Viaggio all'interno di uno degli sport più popolari di sempre che tra miti e leggende ha scritto pagine importanti di storia e costume e appassiona sempre più: nel nostro Paese l'11,9% degli atleti pratica sport pedalando e correndo in sella a una bicicletta.
  • Ieri si è concluso uno dei Tour de France più entusiasmanti degli ultimi anni e dominato da due corridori sloveni: a vincere in volata è stato il ventunenne Tadej Pogačar in rimonta sul connazionale Primož Roglič.
  • Tutto pronto per il Giro d'Italia, al via il 3 ottobre da Monreale in una inedita versione autunnale causa Covid.

Lo speciale contiene tre articoli.

Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings