medicina nucleare

La transizione ecologica mette a rischio la medicina nucleare
iStock

Gli esperti sono preoccupati per la reale e concreta carenza di radioisotopi per la cura e la diagnostica che si è smesso di produrre a causa della chiusura di alcuni reattori nucleari. «Il più grande produttore di molibdeno-99 era, fino a qualche anno fa, il reattore di Chalk River, in Canada, che è stato fermato definitivamente nel 2018, lasciando il mercato mondiale privo del 40% della produzione» spiega Alessandro Dodaro, direttore dipartimento fusione e tecnologie per la sicurezza nucleare presso Enea.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings