Tag page

I gufi (Getty images)
Il chitarrista de I Gufi ricorda la stagione d'oro del cabaret: «Nanni Svampa era il “secchione" della canzone, Roberto Brivio il più sbarazzino, Magni il coreografo, io abbellivo con la melodia i versi. Al bar Jamaica il maestro mi applaudì: voleva pagarmi, lo pregai di non farlo»
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings