Freccero: «Salvini e Di Maio hanno complicità e senza opposizioni possono durare» - La Verità
Home
In primo piano

Freccero: «Salvini e Di Maio hanno complicità e senza opposizioni possono durare»

Il massmediologo: «Mi pare che i due leader siano in buona sintonia. E il premier è come un amministratore delegato. Giuseppe Conte è anche telegenico. Paolo Savona? È un'opportunità per lavorare sugli equilibri euroeconomici».
In primo piano

La «pace fiscale» di Salvini al vaglio di Tria

LaPresse

In campagna elettorale la Lega aveva proposto una sanatoria che ha come primo obiettivo quello di aiutare i contribuenti con una situazione economica critica. Per il ministro dell'Economia Giovanni Tria ci deve essere «continuità con le politiche del passato».
In primo piano

L’Europa è spiazzata dai nostri «no»: fioccano i summit sull’immigrazione

LaPresse

  • Oggi il blocco degli intransigenti di Visegrad si riunisce con l'Austria. Domenica, invece, prevertice in vista del Consiglio del 28. La lista dei partecipanti si allunga e Juncker va in confusione: «L'ho voluto io, anzi no».
  • E il governo non arretra: senza blocchi ai confini Ue a rischio i soldi all'Unione. Linea dura concordata tra Giuseppe Conte, Matteo Salvini, Luigi Di Maio e il capo della polizia Franco Gabrielli. Il premier: «Mai più soli di fronte agli arrivi». Ed è pronto a disertare la riunione.
  • L'apertura alla Francia ha peggiorato la frattura della cancelliera Angela Merkel con la Csu, da sempre contraria a condividere i rischi con i Paesi del Sud. Convocato comitato di emergenza della coalizione.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

I tedeschi da fumetto che ci hanno invaso la televisione

Twitter @udogumpel

Udo Gümpel e Tobias Piller, corrispondenti della stampa di Berlino, non perdono l'occasione di offendere il nostro Paese nei talk show, strizzando l'occhio alla sinistra. Sono così antipatici e faziosi da risultare comici, un duo alla Sturmtruppen.
In primo piano

L’Oms si arrende all’ideologia gender: i trans non sono più malati di mente

LaPresse

La «disforia di genere» non sarà classificata come «disturbo dell'identità», anche se resta una patologia. Ma, per non contraddire il politicamente corretto, si finisce per rendere impossibile il lavoro dei neonatologi.
In primo piano

«Le banche tradizionali non devono temere le startup ma i big come Google»

Contenuto esclusivo digitale

LaPresse

Intervenuto alla presentazione del Libro bianco su fintech e pagamento digitale, il professor Alberto Dell'Acqua spiega le sfide del comparto: «I giganti del Web possono contare sulla fiducia dei clienti. E se decidessero di entrare nel settore molti sarebbero attratti. In quel caso però, il legislatore dovrebbe intervenire per difendere i posti di lavoro».

In primo piano

Quando Licio Gelli scriveva a Parnasi:  «Grazie per i doni»

Contenuto esclusivo digitale

La7

Sandro, il padre del costruttore romano arrestato nell'inchiesta sullo stadio della Roma, godeva di tante relazioni tra politica e burocrazia romana. Esattamente come oggi il figlio Luca. Tra i destinatari dei regali negli anni Ottanta c'è il numero uno della P2.

In primo piano

In Occidente è iniziata la ribellione alla dittatura tecnologica

Da Éric Sadin a Jean Claude Michea fino a Jaron Lanier e Catherine Price, un manipolo di intellettuali prepara la controrivoluzione digitale per dire no al progresso senza limiti e riprendersi il diritto all'umanità.