Alessandro Pansa arrivò tra mille dubbi ma Finmeccanica riuscì a risollevarsi

Alessandro Pansa arrivò tra mille dubbi ma Finmeccanica riuscì a risollevarsi
Ansa
Per gentile concessione dell'editore, pubblichiamo un estratto del nuovo libro di Alessandro Da Rold, Pecunia non olet. La mafia nell'industria pubblica, il caso Finmeccanica (Chiarelettere, 240 pagine, 16 euro). Lunedì 21 gennaio, alle ore 18.30, l'inchiesta verrà presentata a Milano, alla libreria Feltrinelli di piazza Duomo. Interverranno l'autore, Alfredo Robledo, ex procuratore aggiunto di Milano, Vittorio Emanuele Parsi, docente di Relazioni internazionali all'università Cattolica e Peter Gomez, direttore de Ilfattoquotidiano.it.
Dissidi tra egomani nel terzo polo: «Siete freddi». «Stavate col M5s»
Matteo Renzi e Carlo Calenda (Ansa)
  • Il capo di Azione, alle prese con la tegola delle firme per la lista, assicura: «Non ho l’obbligo di raccoglierle». Tira e molla con Matteo Renzi: «Le condizioni ci sono, ma rimangono divergenze». Specie su chi sarà a comandare.
  • L’ex titolare del Mise dà patenti di atlantismo, però al dicastero della Salute sogna Walter Ricciardi: un apologeta dell’approccio di Xi Jinping alla pandemia, odiatore social di Usa e Uk.

Lo speciale contiene due articoli.

Che vada con il Pd o corra da solo, il fondatore di Azione ha voti inversamente proporzionali al suo ego e alla sua arroganza. Sotto la soglia anche Matteo Renzi, mentre la supera Gianluigi Paragone di cui non parla nessuno. Ma i giornalisti italiani vivono di strani innamoramenti. Il centrodestra è dato al 48%. E trova l’intesa sull’introduzione della flat tax in cinque anni.

Sorpresa nei dati di Bankitalia. Con Supermario, sono schizzate le passività della nostra banca centrale verso l’Eurosistema: +67 miliardi tra aprile e luglio. Colpa di caro energia, investimenti dirottati all’estero e disinvestimenti degli stranieri sui Btp.
«Non esiste la musica dei neri o dei bianchi. Se ce n’è una razzista è il rap del ghetto»
Wynton Marsalis (Ansa)
Il trombettista jazz Wynton Marsalis smonta l’equivoco dell’«appropriazione culturale»: «Anche l’Opera è di tutti, mica solo degli italiani».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Le perdite di acqua nella rete

Pillole di numeri
Trending Topics
Change privacy settings