Tutti gli incarichi del consulente del tribunale che ha decretato insolvente Veneto Banca - La Verità
Home
In primo piano

Tutti gli incarichi del consulente del tribunale che ha decretato insolvente Veneto Banca

Contenuto esclusivo digitale

L'ex ad di Veneto Banca, Vincenzo Consoli

A fine luglio l'inchiesta madre è chiusa con una sola richiesta di rinvio a giudizio. Solo per Vincenzo Consoli ci sono gli estremi per sostenere l'accusa in un processo per i reati di aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza e falso in prospetto. Allo stesso tempo Lorenzo Caprio, tecnico della Corte d'appello di Venezia, deposita la sua relazione dove dichiara lo stato d'insolvenza della popolare di Montebelluna al momento della sua messa in liquidazione. Il professore non è solo un consulente, ma è anche il presidente di Fiera Milano, nonché l'ex presidente del collegio sindacale di Rcs, gruppo editoriale dove Intesa San Paolo ha al momento quasi il 7% delle azioni. Non solo. E' presidente del collegio sindacale di Banca 5, sempre del gruppo di Ca de sass.

In primo piano

È ripartito il processo a Gianni Zonin

Ansa

Due settimane fa il presidente del collegio giudicante aveva lasciato per timore di conflitti di interessi. Il dibattimento si sposta da Mestre a Vicenza, però va avanti.
In primo piano

Ispettori in arrivo per il giudice smemorato di Vicenza

Ansa

Lorenzo Miazzi scopre dopo mesi di avere una sorella. E Gianni Zonin sogna la prescrizione per il crac della Popolare. Si muove il ministero.
In primo piano

Pop Vicenza, cambia il giudice. Zonin fa festa

Ansa

Il presidente del collegio, Lorenzo Miazzi, non porterà a sentenza il processo contro gli imputati per il crac della banca. Lascia per un rischio d'incompatibilità legato alla sorella. Dopo sette udienze istruttorie il colpo di scena può avvicinare la prescrizione.
In primo piano

Oltre l’86% degli sbancati di Etruria ottiene subito il risarcimento del danno

  • Raffaele Cantone chiude l'arbitrato sui bond: «Informazioni palesemente sbagliate». Per CariChieti percentuale ferma al 58%, per CariFe e Banca Marche al 77%.
  • Da Giuseppe Mussari a Calisto Tanzi, ecco che fine hanno fatto gli uomini al centro degli scandali.
  • Fra le clausole, il trasferimento al Fondo di tutela dell'obbligazione da 313 milioni sottoscritto a dicembre.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

L’addetto antiriciclaggio vaticano dentro uno scandalo per fondi neri

Getty

Bloccati i conti di René Brülhart, giunto Oltretevere grazie al cardinale George Pell. Il suo nome figura in un'enorme inchiesta internazionale su malversazioni per oltre 1,8 miliardi di dollari.

In primo piano

La risparmiatrice querelata da Renzi: «Lui e la Boschi devono rimediare»

Ansa

La pensionata: «Al Bullo dico: serve senso di responsabilità. Il Pd vuole ricucire con gli sbancati, ma la politica ci deve risarcire per chiudere lo strappo con la società. Troppe cose restano ancora coperte dal segreto»
In primo piano

Nella classifica delle banche meno efficienti, le tedesche sono al primo posto

Contenuto esclusivo digitale

Quando si parla di banche, i tedeschi non hanno da insegnare niente a nessuno. I pasdaran dell'austerity hanno, infatti, un sistema bancario disastrato da scandali, crisi di redditività e interferenze politiche che minano la solidità dell'intero sistema. D'altra parte la fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank di cui si parla da mesi, a questo serve: unire due debolezze e, dopo una furiosa riduzione dei costi (30.000 persone), rilanciare il sistema tedesco.

In primo piano

Tutti gli errori di Bankitalia che hanno affossato Pop Vicenza

Ansa

«Romanzo impopolare» di Cristiano Gatti e Ario Gervasutti ricostruisce il crac con documenti inediti pure sui tentativi di matrimonio tra venete.
In primo piano

La soluzione di Tria faceva acqua. Rinviati di nuovo i soldi agli sbancati

Ansa

Dopo gli annunci giulivi del Mef, il governo ha bloccato i rimborsi. Il motivo? Lo schema, elaborato in modo da non scontentare l'Ue, escluderebbe chi ha acquistato i titoli sul mercato secondario: metà delle «vittime».
In primo piano

Arriva la legge sul recupero crediti. Ma c’è il rischio del Grande fratello

Ansa

La rivoluzione di un disegno di legge leghista in Senato: l'avvocato del potenziale creditore potrebbe essere autorizzato ad accedere alle banche dati senza bisogno di decreto ingiuntivo. Scoprendo i beni del debitore.