La Verità - Tecnologia
In primo piano

In Italia volano 126.000 droni, ma solo 6.000 piloti hanno il brevetto

Contenuto esclusivo digitale
  • Non c'era nessun drone sull'aeroporto di Londra, ma i danni di questo «falso allarme» ammontano a oltre un milione di sterline. I presunti avvistamenti che hanno paralizzato per due giorni l'aeroporto inglese di Gatwick prima di Natale e per qualche ora quello di Heathrow l'otto gennaio, dimostrano come l'aviazione civile e soprattutto le gestioni aeroportuali non siano preparate a gestire emergenze o un eventuale tentativo di atto terroristico.
  • Nel 2018 in Italia sono stati acquistati oltre 126.000 velivoli. Per ottenere il via libera per il volo occorre però seguire un corso e ottenere un attestato. A oggi «solo» il 5% delle persone ha conseguito la licenza.
  • Il 75% delle vendite globali di dispositivi di volo appartiene al settore ludico i cui ricavi si aggirano intorno ai 9 miliardi di dollari. Una fetta importante del mercato appartiene però all'agricoltura in cui i velivoli vantano un giro di affari di 32 miliardi.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

I videogame rendono ricchi. Il re italiano incassa 25.000 euro al mese

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

  • Quello dei videogame è diventato un business vero e proprio con giocatori under 30 divenuti miliardari passando le giornate a sfidare altre persone online. La vera fonte di guadagno per i produttori, tuttavia, deriva dagli acquisti in app di vite, monete per passare i livelli o skill per i personaggi. Tra le tipologie di gioco più proficue c'è quella degli «otome», ovvero giochi per ragazze che simulano storie d'amore.
  • Fenomeno Fortnite: in un mese spesi 100 milioni di dollari solo in abiti e armi utili a personalizzare i personaggi e a renderli più competitivi. Il videogioco ha battuto anche Pokemon Go che negli scorsi anni era diventato famoso per aver paralizzato intere città.
  • Parla Nicolas Musikas, managing director di Gamestop Italia: «Il 43% degli italiani gioca ai videogame. Il gioco più venduto? Fifa».

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Assistenti vocali, ebook e robot: guida agli accessori per un 2019 iper tecnologico

Contenuto esclusivo digitale
  • Per l'Epifania perché non sostituire i classici dolciumi con regali tech? Dall'intelligenza artificiale alle macchine: secondo Confcommercio quest'anno sarà boom nel settore. Le opzioni più gettonate? Ebook, buoni digitali e smartphone, purché non si superino i 300 euro di spesa.
  • Non fa i mestieri in casa, non ti salva la vita, non ti aiuta in nulla: è praticamente un essere inutile, ma che passa le giornate a farti fa le coccole. Arriva dal Giappone Lovot, il robottino che ricorda un po' il Tamagotchi e un po' il Furby, in vendita a partire da 3.000 euro.

Lo speciale contiene due articoli e una gallery

In primo piano

Addio all inclusive: il turista fai-da-te organizza viaggi avventura con il cellulare

Contenuto esclusivo digitale

Giphy

  • Secondo gli esperti del settore, il 2019 sarà l'anno in cui il modo di viaggiare degli italiani cambierà radicalmente. Addio ai viaggi tutto incluso, ai villaggi turistici e alle capitali. Il viaggiatore medio sceglierà di scappare in continenti lontani, in aree inesplorate, rurali, fuori dagli itinerari organizzati. Per organizzare al meglio il proprio viaggio si utilizzerà lo smartphone che diventerà una moderna bussola grazie alle applicazioni, gratuite, disponibili per la pianificazione delle vacanze.
  • Jerome Salemi, direttore generale Air France-Klm East Mediterranean, racconta le abitudini di chi viaggia oggi. «La business? La sceglie solo il 30% dei viaggiatori, la maggior parte uomini. Tra le mete più vendute New York, Los Angeles e L'Avana».

Lo speciale contiene due articoli e una selezione di applicazioni gratuite utili per programmare i viaggi

In primo piano

Il magnete per la fusione nucleare studia le emozioni del cervello e pure l'Alzheimer

Contenuto esclusivo digitale

Un'azienda della famiglia Malacalza basata a Genova sotto il Ponte Morandi ha presentato il magnete più potente al mondo per lo studio del cervello. Sarà utilizzato dalla clinica universitaria coreana di Gachon con il supporto del ministero della Salute e del Welfare della Corea del Sud. Oltre 400 chilometri di cavi superconduttori consentono la scansione della materia grigia per vedere gli effetti delle malattie e anche degli stupefacenti.

In primo piano

La rivoluzione della mobilità elettrica. Ecco il piano di Enel X

Guidare un veicolo elettrico non è più una scelta per pochi, ma una realtà che ormai sta prendendo sempre più piede. Ad oggi sono più di 4 milioni i veicoli elettrici venduti nel mondo e anche in Italia ci sono importanti segnali positivi con un'accelerazione delle immatricolazioni, con tanto di plug-in ed elettriche, che raddoppiano nei primi 8 mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017. Se il presente è incoraggiante, Il futuro dunque sembra già tracciato. Tuttavia ancora oggi esiste ancora un fattore che frena i potenziali acquirenti: la cosiddetta range anxiety, ovvero la paura di rimanere per strada «a secco» di energia e senza una stazione «elettrica» in vista.

La soluzione al problema è rappresentata dall'impegno che sta portando avanti Enel X, la divisione dedicata a soluzioni intelligenti e prodotti innovativi di Enel guidata da Francesco Venturini, che lo scorso anno a Vallelunga ha presentato un piano nazionale per la realizzazione di una rete capillare di infrastrutture di ricarica che in pochi anni ambisce a coprire tutto il territorio nazionale, con l'installazione di circa 14.000 stazioni di ricarica entro il 2020 per arrivare a 28.000 nel 2022. Nella realizzazione del programma Enel X investirà tra i 200 e i 300 milioni di euro per una rete che sarà composta da colonnine Quick (22 kW) nelle aree urbane e Fast (50 kW) e Ultra Fast (150 kW), per la ricarica veloce, in quelle extraurbane. Ad oggi sono più di 100 le «Fast Recharge» installate, le infrastrutture di ricarica con tecnologia interamente sviluppata da Enel che garantisce un pieno di energia in circa 30 minuti, compatibili con tutti i veicoli elettrici in commercio e nel rispetto dei più alti standard di sicurezza.

Non solo punti di ricarica installati in ambito urbano o extraurbano, Enel X ha pensato anche ai più importanti luoghi di aggregazione stringendo un accordo con Conad, uno dei più importanti player nel settore della grande distribuzione, che prevede l'installazione di circa 500 punti di ricarica fast entro la fine del 2018.

A distanza di un anno dalla presentazione del Piano Nazionale il lavoro di Enel X sta proseguendo ininterrottamente con un ritmo di circa 80-100 installazioni a settimana. Il risultato è l'installazione di oltre 2.500 punti di ricarica pubblici in tutta Italia, che si aggiungono a quelli già presenti sul territorio per un totale di oltre 4.000, tutti con tecnologia Enel X.

Lo scorso novembre l'azienda ha presentato, sempre a Vallelunga, le «Intelligent Charging Solutions» introducendo la nuova gamma completa di soluzioni per la ricarica pronta a crescere di pari passo con il mercato della mobilità elettrica. La JuiceBox, ovvero la nuova box station compatta e intuitiva installata in ambito privato, grazie alla quale è possibile monitorare in tempo reale lo stato di ricarica dell'auto dallo smartphone. Le JuicePole, le nuove colonnine di ricarica su strada che da fine anno faranno il loro ingresso nelle città facilitando l'esperienza di ricarica grazie al nuovo schermo e all'integrazione con la nuova App Enel X Recharge. Le nuove colonnine, grazie alla loro tecnologia avanzata, permettono la ricarica contemporanea di due vetture con 22 kW di potenza in corrente alternata e possono essere attivate attraverso App o tramite card. Sia la JuiceBox, disponibile anche in versione commerciale, che la JuicePole sono componenti ideali per la ricarica delle flotte aziendali per cui la «rivoluzione elettrica» è già iniziata. JuiceLamp infine è la soluzione realizzata da Enel X che integra l'illuminazione pubblica con l'infrastruttura di ricarica: è il nuovo «lampione intelligente» a LED che, oltre a garantire alta efficienza e gestione da remoto, consente a due vetture contemporaneamente di fare il «pieno» di energia, sia con App che con card. Juice Lamp è inoltre predisposto per la videosorveglianza, il monitoraggio della qualità dell'aria e la connettività in fibra o il WiFi urbano.

In primo piano

Il papà pentastellato dell’ecotassa ha creato un’azienda in affari con Tesla

LaPresse

Davide Crippa ha fondato Negawatt, che commercializza le batterie di Musk. Ha firmato lui l'emendamento anti diesel. La norma contestata è un sistema di bonus-malus che prevede un'imposta sull'acquisto delle vetture (che producono più di 110 grammi di CO2 per chilometro) progressiva e compresa tra 150 e 3.000 euro. Al contrario sono previsti bonus per chi acquista auto che emettono da 0 a 90 grammi per chilometro, anche questi variabili, tra i 1.500 e 6.000 euro.
In primo piano

Le Tlc arrancano in tutta Europa, il 5G alzerà i profitti solo per poco

Il settore scende per la guerra dei prezzi e i costi delle nuove tecnologie. L'arrivo della rete super veloce avrà un effetto positivo per un periodo limitato. Va meglio chi ha le torri, come Ericsson e American tower.
In primo piano

Non siamo contrari all’auto elettrica ma abbandonare il petrolio fa danni

LaPresse

Il cambio del parco macchine avverrà solo dal 2040. È quindi sbagliato accantonare la ricerca per migliorare motori diesel e a gas naturale. Le Case spingono la causa ecologista perché così i guadagni saranno maggiori. Converrebbe avere strumenti legislativi per favorire le conversioni dei mezzi da endotermici a elettrici, i cosiddetti «retrofit». Questa rivoluzione causerà anche sconvolgimenti nella filiera produttiva dell'automotive.
In primo piano

La fattura elettronica regala alle Entrate le chiavi delle aziende

Contenuto esclusivo digitale
  • Con l'entrata in vigore della fatturazione elettronica l'Agenzia delle entrate verrà a conoscenza di informazioni che poco hanno a che fare con le verifiche fiscali: dati su beni venduti, con tanto di descrizione, di sconti applicati, di fidelizzazioni, di abitudini di consumo. Per questo l'authority ha posto il veto: rischio privacy ma anche ulteriori accertamenti.
  • Un anno fa Ecofin pubblicò l'elenco dei paradisi fiscali extra Ue con l'obiettivo di impedire scandali come i Panama papers. Ma alcuni stati membri che hanno deciso di favorire giurisdizioni extra Ue amiche, hanno finito per depotenziare gli sforzi europei di creare una lista seria e concreta. La lista Ocse si è rivelata molto più efficiente.
  • La commercialista Rosanna Acierno spiega come funziona la superanagrafe dei conti correnti e aggiunge «La rottamazione ter riguarda le contestazioni di somme già passate in riscossione e permette di avere uno sconto su sanzioni, interessi di mora e aggio di riscossione».

Lo speciale contiene tre articoli.