Quarant’anni fa la prima nascita da fecondazione artificiale: una data da festeggiare?

Era il 25 luglio 1978 quando all'Oldham General Hospital di Manchester nacque Louise Brown, la prima «figlia» della Fivet (fecondazione in vitro con embryo tranfer) a vedere la luce. Nelle ultime ore i media stanno celebrando questo quarantesimo compleanno come anniversario non tanto di una nascita, quanto di un successo della scienza. Eppure, ci chiediamo: davvero è un «successo» da celebrare, un trionfo della tecnica sulla vita umana tale da elevare la medesima tecnica a origine della vita?
Continua a leggere Riduci
Ansa

Dopo Russia, Scozia e Croazia anche la nazionale della Repubblica Ceca ha rinunciato al gesto che accompagna da oltre un anno la lotta al razzismo nel segno del Black lives matter. Dalla Federcalcio ceca spiegano: «Sosterremo la lotta al razzismo indicando la scritta "Uefa Respect" sulla manica sinistra delle maglie».

Ansa

Audizione dell'associazione Conforma alla Camera, con l'industria Tic (Testing, Inspection & Certification) aumenta la velocità anche nella pubblica amministrazione. Il presidente Paolo Salza: «Gli organismi di ispezione e i laboratori accreditati possono verificare la corretta applicazione del Recovery Plan»

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Il costo del lavoro in Europa

Pillole di numeri

Se Letta crede di essere un leader

Politica e affari
Trending Topics
Change privacy settings