La soluzione esiste: fate premier la Meloni - La Verità
Le Firme
In primo piano

La soluzione esiste: fate premier la Meloni

LaPresse

Il governo non è ancora nato ma già si sente poco bene, al punto che Matteo Salvini ieri è stato costretto ad agitare un'altra volta le elezioni anticipate, unico argomento in grado di mettere d'accordo gli onorevoli di ogni schieramento, inducendoli a trovare la soluzione anche ai problemi più complessi. Dopo settimane di discussione e di passi in avanti, ma soprattutto indietro, Lega e 5 stelle si sono infatti impantanati sul nome del presidente del Consiglio. Visto che a capo dell'esecutivo non possono stare, per ovvi motivi, né Matteo SalviniLuigi Di Maio, pena l'oscuramento di uno dei due, serve un terzo uomo. Sì, ma nessuno sa chi possa essere un premier terzo che vada bene a tutti, per questo il governo è tornato in alto mare.
In primo piano

Se stai male canta che ti passa

Ansa

Accennare un motivetto è ginnastica per polmoni e diaframma. Innalza le endorfine, rinforza le difese immunitarie, mitiga l'ansia e fa aumentare l'autostima. Anche se siamo stonati.
In primo piano

Sandro Piccinini: «Sono pronto per un’altra sciabolata»

Ansa

Il telecronista: «Con Mediaset è stato amore, ma serviva una pausa: aspetto la proposta di un direttore seduttivo. Come nascono i miei tormentoni? Esprimo con due parole ciò per cui ne servirebbero dieci».
In primo piano

World economic forum: la diretta da Davos della conferenza di Pwc

Inizia domani l'edizione 2019 del World economic forum di Davos, quella che sarà con ogni probabilità ricordata per le assenze illustri. Giuseppe Conte presente per incontrare il leader brasiliano, i vicepremier italiani Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno preferito evitare il vertice svizzero, storicamente identificato dal fronte populista e sovranista come il luogo di ritrovo delle élite globaliste.

Questa sera, in diretta da Davos, il presidente di Pwc global, Bob Moritz, rivelerà i risultati del Global ceo survey annuale.

Leggi qui l'articolo completo

In primo piano

Usa e Cina disertano Davos, il palco resta a Bolsonaro

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Inizia domani l'edizione 2019 del World economic forum di Davos, quella che sarà con ogni probabilità ricordata per le assenze illustri. Giuseppe Conte presente per incontrare il leader brasiliano, i vicepremier italiani Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno preferito evitare il vertice svizzero, storicamente identificato dal fronte populista e sovranista come il luogo di ritrovo delle élite globaliste.

In primo piano

Giù le mani dal mio disordine. Perché la giappo-spazzina è solo un inganno pericoloso

Wikipedia

Per Marie Kondo, la soluzione a case stracolme è gettare «ciò che non ci dà gioia». Ma è un palliativo: il problema è l'acquisto compulsivo come unico sfogo al desiderio.
In primo piano

Bimbi in prigione e morti in mare. La vergogna ignorata di Macron

Ansa

Mayotte, un pezzo di Francia in Africa, richiama un'immigrazione selvaggia e infiltrata di radicalizzati. Nelle traversate sono annegati in migliaia tra donne incinte e minori: un cimitero di cui nessuno parla.
In primo piano

Tifano stragi in Libia per far cambiare la politica al governo

Ansa

Barcone in avaria nelle acque di Misurata, si temono vittime. Pressing Ong. Palazzo Chigi: in contatto con Tripoli, tocca a loro. Chiunque abbia un minimo di sale in zucca sa bene che l'unico modo per diminuire il numero dei morti è non far partire più questi catorci del mare, ma la sinistra no: la sinistra spera che ne partano ancora e ancora.
In primo piano

Roberto Giachetti: «Punto ai voti di Forza Italia e Leu»

Ansa

Il candidato alle primarie Pd: «Maurizio Martina è pentito di tutto ciò che ha fatto: e io non amo i pentiti. Il mio video con Anna Ascani è stato criticato? Giusto, era fatto di fretta e terribile. Ma ci ha aiutato...».