Elezioni Europee 2019, i quattro punti contenuti nel Manifesto per la vita e le famiglie - La Verità
Home
In primo piano

Elezioni Europee 2019, i quattro punti contenuti nel Manifesto per la vita e le famiglie

notizieprovita.it

Cresce il numero di chi, come candidato, si impegna solennemente e concretamente sui quattro punti contenuti nel Manifesto per la vita e la famiglia per le Europee 2019. L'obbiettivo: riportare in Europa la famiglia e la vita come priorità assolute, come valori portanti e propedeutici a qualsiasi tipo di politiche, rimettere quindi al centro le persone.

Tra i firmatari anche Giorgia Meloni, l'unico segretario di partito a firmare. I diversi candidati al Parlamento europeo hanno promesso di rispettare quattro punti fermi nella loro azione politica per cambiare rotta, per cambiare il vento in Europa come già spiegato da Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vicepresidente di Pro Vita & Famiglia e del Congresso delle famiglie di Verona.

Ecco i punti contenuti nel Manifesto: contrastare in ogni modo la legalizzazione, la diffusione e l'agevolazione della pratica dell'utero in affitto; far rispettare a ogni livello l'art 26/3 della Dudu perché i genitori hanno diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli; contrastare seriamente la sessualizzazione precoce dei bambini e degli adolescenti; promuovere a livello comunitario l'istituzione di uno specifico fondo 'salva-famiglia' per la natalità e i nuclei familiari numerosi e/o in difficoltà con modalità e procedure comuni negli Stati membri.

Per scoprire chi sono i vecchi e i nuovi candidati pro life e pro family e per quali partiti corrono, basta cliccare sul sito www.notizieprovita.it/candidati dove potrete conoscerli e vederli in una foto.

In primo piano

Cappato fa il pesce in barile sull’eutanasia

Ansa

  • Polemiche dopo la notizia - data dalla «Verità» - della possibile proroga della scadenza della legge sul fine vita. Smentito il contatto tra Sergio Mattarella e il presidente della Consulta. Il radicale attacca Maria Elisabetta Casellati, ma a tifare per un rinvio sono il Colle e la Santa Sede.
  • La legge bioetica di Emmanuel Macron estenderà la fecondazione assistita alle coppie di lesbiche.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Pillon archiviato, Pd in festa ma quella legge serve al Paese

Ansa

Il nuovo ministro della Famiglia, Elena Bonetti, annuncia che la proposta leghista non passerà mai. Eppure è in linea con le buone pratiche di altri Stati europei.
In primo piano

Denunciarono il commercio dei feti. Giornalisti finiscono sotto processo

YouTube

David Daleiden e Sandra Merritt investigarono su tessuti e organi che sarebbero stati venduti da Planned parenthood, colosso abortista. Rinviati a giudizio per registrazioni illegali e associazione a delinquere: rischiano 10 anni.
In primo piano

Arriva in edicola il libro sui ladri di bambini

iStock

Bibbiano, ma non solo. Da domani, per i lettori della «Verità» e di «Panorama», Francesco Borgonovo e Antonio Rossitto ricostruiscono 20 anni di soprusi degli psicologi, che in tutta Italia hanno strappato i figli alle loro famiglie per darli in affido.
In primo piano

È ora di ribellarsi alla maternità surrogata

iStock

È grazie alla mamma che cominciamo a secernere ossitocina, l'ormone dell'amore. Ed è lei che si occupa di noi anche quando le manca la forza. Eppure l'abbiamo ridotta a un «concetto antropologico», schiavizzandola con la barbarie dell'utero in affitto.
In primo piano

In Francia la biologia non conta nulla

iStock

L'utero in affitto crea un caso mostruoso Oltralpe. Una coppia gay paga una madre surrogata, che però rifiuta di «consegnare» il bimbo. Il padre naturale le fa causa, ma perde: non importa che il seme sia il suo.
In primo piano

La Corte inglese prende tempo per decidere se Tafida deve morire

Ultima udienza di un processo durato cinque giorni, ma il giudice Alistair MacDonald ha chiesto ancora qualche settimana prima di spegnere la ventilazione artificiale. O consentire il trasferimento della piccola a Genova.
In primo piano

«Violenza sulle donne è non farle abortire»

iStock

Una mostra della fotografa spagnola Abril per gli allievi di un liceo di Ferrara. Scatti che dovrebbero documentare le problematiche femminili diventano un inno all'interruzione di gravidanza. «Farle divenire madri è un modo per limitare la libertà delle donne».
In primo piano

«Bibbiano? Ho denunciato invano 10 anni fa»

YouTube

  • Il criminologo milanese Luca Steffenoni nel 2009 scrisse un libro in cui mostrava gli orrori dei finti abusi e spiegava le storture del sistema di gestione dei minori. Citava anche i protagonisti dell'attuale inchiesta. Ma non fu ascoltato: «E oggi ci ritroviamo i mostri».
  • Invece di prendersi cura delle poverette maltrattate, la presidente della Onlus le truffava estorcendo denaro. Se non pagavano, le minacciava. Ha incassato pure soldi dall'Emilia Romagna.
  • A «Fuori dal coro», su Rete 4, l'assurda storia di una madre di Verona a cui sono stati sottratti i figli. La testimonianza di una operatrice scaligera: «Qui funziona anche peggio che in Val d'Enza».

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Studio sulle coppie omosex rivela: i figli delle lesbiche cercano il padre

Ansa

I risultati pubblicati su «Gay.it»: i bimbi di due donne hanno difficoltà ad assumere condotte conformi al proprio sesso.