Maria Elena Capitanio
In primo piano

Dopo la cena sono arrivate le firme. E anche le frizioni tra Lega e 5 stelle

Ansa

Via al memorandum tra Roma e Pechino. Dai porti di Genova e Trieste, alla frutta esportata, all'archeologia, l'intesa vale 20 miliardi. Salvini: «Sì ma lì non c'è libero mercato». Di Maio caustico: «Lui parla io porto i fatti».
In primo piano

L’allarme furbetto della Cgil: «Persi 1.000 euro a lavoratore»

Ansa

  • Il centro studi del sindacato evidenzia un calo drastico del potere d'acquisto rispetto al 2010. La colpa è della diffusione di impieghi meno qualificati e part time, proliferati sotto il naso di chi doveva vigilare.
  • Il vicepresidente del Parlamento dell'Ue Fabio Massimo Castaldo: «L'eurozona non si discute, ma su austerità e immigrati si cambia».

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

«I prezzi dei vaccini vanno abbassati. Ma la Lega è per la libertà di scelta»

Ansa

Il sottosegretario alla Salute Luca Coletto vuole riaprire le trattative sui prezzi dei farmaci e frena sulla liberalizzazione di quelli in fascia C: «Portare i medicinali con obbligo di ricetta fuori dalla farmacia può essere pericoloso».
In primo piano

Napoletano è ritornato in cattedra (ma la Luiss se ne vergogna un po’)

Ansa

Ieri alla Luiss di Roma si è tenuta la prima lezione dell'anno accademico 2018-19 del corso di giornalismo politico il cui titolare in teoria sarebbe Roberto Napoletano. L'ex direttore del Sole 24 Ore, indagato dalla Procura di Milano per false comunicazioni sociali in seguito all'accusa di aver gonfiato i dati di vendita delle copie, era uscito dal giornale di Confindustria con un accordo di risoluzione consensuale del contratto firmato nel 2017, dopo essere stato sfiduciato dalla redazione.
In primo piano

«I cellulari in classe? Mi fido dei ragazzi»

Ansa

  • Il ministro Marco Bussetti spiega perché non è favorevole a proibirli: «Il divieto assoluto può essere controproducente, ma ogni istituto deciderà in libertà come prevenirne l'uso scorretto. Il 5 politico? Non sono d'accordo: i voti vanno da 1 a 10. Con i bulli serve il pugno duro».
  • Stipendio d'oro ed extra garantiti ma i prof italiani all'estero piangono. Compensi fino a oltre 8.000 euro, oltre ai rimborsi per le rette dei figli e le spese di spostamento. Eppure i sindacati riescono a lagnarsi: per il taglio di otto cattedre e della supervalutazione di servizio a fine carriera.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Parte il pre processo. Salvini ha 7 giorni per farsi ascoltare

Ansa

Via alla giunta delle immunità sul caso Diciotti. I membri grillini sempre verso il no al giudizio per il leghista. Tensioni nella base. Dopo i ragionamenti sul voto a favore fino all'altro ieri sostenuto a gran voce da Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, ora prevale la prudenza ma c'è chi mette i puntini sulle i sostenendo che «qui non si tratta di un ministro che ha rubato o ha corrotto qualcuno», si tratta di un ministro «che ha portato avanti la linea del governo».
In primo piano

«Non c’è democrazia senza la sovranità»

Matteo Lavazza Seranto

Il filosofo Gabriele Giacomini illustra i cambiamenti della rivoluzione digitale: «Internet ha generato dei partiti di tipo nuovo, come quello di Grillo, ma il voto online non è la risposta che ci serve. Un Senato eletto a sorteggio, invece, potrebbe bilanciare il dominio degli esperti».
In primo piano

Maria Antonietta li profumava, Cleopatra li riempiva di lacrime: la storia passa da un fazzoletto

Contenuto esclusivo digitale

Nell'archivio storico di Lineapiù, grande azienda di filati per la maglieria, La Verità è andata alla scoperta della nuova sala dedicata alle collezioni di pizzi, ricami e campionari tessili. Grande protagonista, il fazzoletto, di cui abbiamo potuto tracciare la storia attraverso i libri antichi e le riviste di costume e moda raccolti nelle due librerie dello spazio fiorentino. Si racconta che Cleopatra inviasse ad Antonio fazzoletti intrisi di lacrime, ma già si parlava di rettangoli di tessuto bordati di frange nella Cina dell'anno mille prima di Cristo.

In primo piano

Beffa Eni in Nigeria. Nella gara delle navi spunta il nipote del ministro indagato

Saipem perde commessa da 5 miliardi. Ora in lizza una joint venture con Ken Etete. Ieri udienza sulle presunte tangenti, il processo di Milano dove sono imputati per corruzione internazionale l'attuale amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, il suo predecessore, Paolo Scaroni, il chief operation and technology officer della multinazionale italiana, Roberto Casula.
In primo piano

La fattura elettronica regala alle Entrate le chiavi delle aziende

Contenuto esclusivo digitale
  • Con l'entrata in vigore della fatturazione elettronica l'Agenzia delle entrate verrà a conoscenza di informazioni che poco hanno a che fare con le verifiche fiscali: dati su beni venduti, con tanto di descrizione, di sconti applicati, di fidelizzazioni, di abitudini di consumo. Per questo l'authority ha posto il veto: rischio privacy ma anche ulteriori accertamenti.
  • Un anno fa Ecofin pubblicò l'elenco dei paradisi fiscali extra Ue con l'obiettivo di impedire scandali come i Panama papers. Ma alcuni stati membri che hanno deciso di favorire giurisdizioni extra Ue amiche, hanno finito per depotenziare gli sforzi europei di creare una lista seria e concreta. La lista Ocse si è rivelata molto più efficiente.
  • La commercialista Rosanna Acierno spiega come funziona la superanagrafe dei conti correnti e aggiunge «La rottamazione ter riguarda le contestazioni di somme già passate in riscossione e permette di avere uno sconto su sanzioni, interessi di mora e aggio di riscossione».

Lo speciale contiene tre articoli.