Matteo Ghisalberti
In primo piano

Gli sfasciavetrine mischiati ai gilet gialli sono tutti difesi da legali di sinistra

Ansa

Dopo le accuse alla destra, si scopre che i casseur sono «rossi». Intanto, in seguito agli scontri di sabato, salta il prefetto di Parigi.
In primo piano

Sorpresa: i gilet gialli stimolano l’economia

Ansa

  • Secondo la Banca di Francia, nel 2019 ci sarà un «netto rimbalzo del potere d'acquisto e dei consumi delle famiglie» dovuto alle misure finanziarie approvate per venire incontro ai manifestanti. I «competenti», insomma, sono stati corretti dai «bifolchi».
  • L'atto XVIII della protesta degenera I 5 stelle si sganciano: «Indifendibili».

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

La non guida turistica di Parigi: le bellezze che la sottomissione ha nascosto

Contenuto esclusivo digitale
  • Dopo l'elezione del sindaco Anne Hidalgo, la Capitale francese è amministrata più dall'ideologia che dalla politica. Alcune zone sono diventate invivibili per i residenti, specie a Nordest, dove si incontrano Decimo, Diciottesimo, Diciannovesimo e Ventesimo arrondissement, quartieri invasi da droga, prostituzione, insicurezza, borseggiatori e sporcizia.
  • La denuncia di Pierre Liscia, consigliere comunale del Diciottesimo arrondissement: «Il quartiere Porte de La Chapelle.
  • Abbiamo individuato sei quartieri caduti nel degrado, vittima della sottomissione e difficili da approcciare per i turisti. Se voleste però andare a Gare du Nord, la Chapelle e Goutte d'Or potreste vedere opere di Banksy e la Chiesa dove pregava Giovanna d'Arco. Ai più coraggiosi indichiamo anche hotel e ristoranti.

Lo speciale contiene due articoli e sei approfondimenti sui posti da evitare o visitare con attenzione

In primo piano

La nuova gatta da pelare per Macron arriva dall'Algeria

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

La scelta del presidente francese di lanciare una campagna di riconquista della Ue, oltre all'ospitata da Fabio Fazio prevede la diffusione di suoi articoli e prese di posizione in tutte le lingue dell'unione. Ma non basta a nascondere le difficoltà che lo attanagliano. I gilet gialli restano estremamente attivi anche dopo oltre 100 giorni di protesta. Ma i francesi arrabbiati non sono più i soli a scendere in piazza. Dallo scorso weekend, alle manifestazioni in giallo si sono aggiunte quelle dei numerosissimi algerini e franco-algerini residenti in Francia. Il loro motivo di protesta è la candidatura di Abdelaziz Bouteflika alla presidenza dell'Algeria.

In primo piano

La Francia è sempre più antisemita

Contenuto esclusivo digitale

Nel 2018 gli atti e le minacce verso persone di religione ebraica sono aumentati del 74%: 541 contro i 317 del 2017. Il dato è contenuto in un bilancio comunicato dal ministero dell'Interno di Parigi. Crescono le minacce dell'estremismo di sinistra.

In primo piano

La Francia insulta ancora: «Bisogna fermare la lebbra nazionalista»

Ansa

  • Parigi alza il livello della battaglia: potrebbe respingere i migranti della Sea Watch. Matteo Salvini invita a Roma l'omologo Christophe Castaner, che lo snobba: «Non mi faccio convocare».
  • Pochi mesi fa Eliseo e M5s tubavano. Durante le lunghe consultazioni al Quirinale, il leader di En Marche assicurava: «Tenderò una mano al nuovo governo». E Luigi Di Maio rispondeva: «Ha meriti immensi».
  • Ma la stampa d'Oltralpe fa le pulci a Emmanuel Macron: «Ha iniziato lui lo scontro». Per «Le Figaro» è stato il presidente a incominciare la guerra Il direttore di Sud Radio: «Una strategia contro i gilet gialli».

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Il sindacato della polizia francese: «Infiltrati islamici tra gli agenti»

Ansa

Casi ripetuti di gendarmi convertiti ad Allah o fermati con esplosivi fanno temere che l'Isis si stia insinuando tra le forze dell'ordine. Ma non esistono ancora gli strumenti per neutralizzare i potenziali fiancheggiatori.
In primo piano

Macron in affanno ora vuole comprarsi anche i giornalisti

Ansa

  • Per frenare la perdita di consensi, cerca alleanze in vista delle europee e lancia l'idea di nazionalizzare alcuni media.
  • Su 13 milioni per la campagna del presidente, oltre 11 giunti da poche, grosse offerte.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Giro di vite francese sulla «liberté»: Macron censura pure i fotomontaggi

  • L'ufficio anti cybercrimine chiede a Google di togliere un collage in cui il leader transalpino diventa Pinochet. Intanto, una nuova normativa contro i casseur punta in realtà a limitare il diritto di manifestare dei gilet gialli.
  • Didier Maïsto, direttore della radio nazionale francese Sud Radio, da tempo conduce una battaglia contro il rischio di una riduzione della libertà di espressione. Le sue prese di posizione gli hanno valso anche delle minacce.

Lo speciale comprende due articoli.