Utero in affitto, Strasburgo: «Riconoscere madre adottiva». Coghe e Brandi: «Per l'Italia è violenza e tale rimarrà» - La Verità
Home
In primo piano

Utero in affitto, Strasburgo: «Riconoscere madre adottiva». Coghe e Brandi: «Per l'Italia è violenza e tale rimarrà»

Ansa

«Riconoscere la madre intenzionale come 'madre legale' nei certificati di nascita di altri Paesi è un'entrata a gamba tesa, l'ennesima, della Corte di Strasburgo e questa volta su richiesta della Corte di Cassazione francese. Inutile dire che ci batteremo per impedire la sua assimilazione giuridica seppure non vincolante. Se gli Stati potranno utilizzare la procedura dell'adozione significa che Strasburgo giustificherà d'ora in poi la violenza contro le donne e la commercializzazione di bambini e incentiverà molte coppie a continuare a sfruttare all'estero gli uteri di povere donne. È inaccettabile» dichiarano Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente del Congresso mondiale delle famiglie e di Pro Vita e Famiglia. «Da poco in Italia» - hanno aggiunto i due - «è passata una mozione che definisce questa orribile pratica "una forma di violenza» impegnando il Paese a compiere il necessario sul piano nazionale e internazionale per fermare questa nuova e vergognosa forma di schiavitù spacciata per amore. È questa la storia ed è questo il futuro del nostro Paese. L'Europa dei tecnocrati non cambierà il concetto di dignità guadagnato nei secoli in difesa dei deboli e degli sfruttati e non si può accettare di far nascere intenzionalmente orfani di madri biologiche nuovi bambini».

In primo piano

Wind Tre abbraccia Fastweb per costruire una rete 5G nazionale

Contenuto esclusivo digitale

Fastweb e Wind Tre annunciano un accordo strategico di dieci anni per «a rapida realizzazione di una rete 5G condivisa». La rete 5G, spiega una nota, includerà sia macro siti che micro-celle, connessi attraverso la fibra di Fastweb, in grado di coprire il 90% della popolazione entro il 2026. Wind Tre gestirà la rete 5G, mentre le due aziende rimarranno completamente indipendenti, sia per gli aspetti commerciali che operativi, nell'utilizzo della nuova infrastruttura condivisa.

In primo piano

Napoli prigioniera delle glorie passate. Dramma per la 10 di Maradona a James

Ansa

Per lasciare il Real, Rodriguez potrebbe esigere la maglia che fu del Pibe. Tutelare la memoria? Giusto, se non azzoppa il futuro.
In primo piano

La contessa che aprì il primo salotto italiano

Wikipedia Commons

Clara Maffei creò una sorta di quartier generale del Risorgimento, ospitando artisti e patrioti nella propria casa destinata a divenire un modello in tutta la penisola. Una nobile libertaria che rivestì un importante ruolo nella resistenza agli austriaci.
In primo piano

Ma che mostra di m... A Londra i piatti fatti con sterco di vacca

L'idea di trasformare il letame in oggetti è venuta a Gianantonio Locatelli, proprietario di un'azienda agricola con 3.500 bovini da latte nel Piacentino.
In primo piano

La politica industriale di Cmc ai raggi X: batoste in Nepal e Kuwait

Contenuto esclusivo digitale

Cmc

A pesare sull'andamento dei conti della cooperativa di Ravenna ci sono solo in parte i rapporti con Anas. Ma in realtà l'azienda è da anni in crisi di liquidità. Le commesse estere non generano margini anche per la concorrenza della Cina. Così alle grane in Kenya, legate a un'inchiesta su presunta corruzione internazionale, si aggiungono i crediti sospesi in altri Paesi emergenti.

In primo piano

Salvini accelera su Tav, tasse, autonomie: se crisi dev'essere, meglio aprirla subito e sui suoi temi

In primo piano

L’Inps targato Tridico promuove il dirigente condannato per l’auto blu

Ansa

Rocco Lauria è stato scelto come project manager di un nuovo gruppo di lavoro. Peccato che il tribunale gli abbia dato 6 mesi di messa in prova per l'abuso della macchina di servizio. Indaga pure la Corte dei conti.
In primo piano

Centemero: «Con il decreto Crescita creiamo anche in Italia un incubatore dedicato al fintech»

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

La finanza è da sempre un tema importante per le Pmi. Così come lo è l'intenzione di intercettare e riportare a casa le tante imprese italiane che sono andate a crescere all'estero perché in Italia non trovavano lo spazio adeguato. Questi due temi sono la base delle nuove norme sugli Eltif, i fondi europei di investimento a lungo termine e il sandbox, lo strumento che permetterà alle aziende fintech di crescere in Italia in un ambiente protetto. La Verità ha parlato con il capogruppo della Lega all'interno della commissione Finanze della Camera di queste due novità contenute nel decreto Crescita.

In primo piano

Sea Watch chiama i rinforzi da Strasburgo

Instagram

Alcuni passeggeri a bordo della nave si sono rivolti alla Corte europea dei diritti dell'uomo per sbloccare la situazione di impasse. E il ministro dell'Interno offre la sua soluzione: «Nave olandese, Ong tedesca: metà migranti ad Amsterdam, metà a Berlino».