claudio granata

L’Eni ora passa all’incasso con Amara. L’ex legale risarcirà 400.000 euro
Piero Amara (Ansa)
Il tribunale di Terni ha riconosciuto il carattere calunnioso e diffamatorio delle false accuse orchestrate dal faccendiere siciliano sul presunto complotto. Ma è solo l’inizio: l’azienda prepara una nuova causa.
Eni, così Amara tentò di avvelenare i pozzi. E i pm lo «coprirono»
Piero Amara (Ansa)
Due nastri, che «La Verità» ha potuto ascoltare, dimostrano che l’avvocato siciliano si è più volte contraddetto nel tentativo di far saltare il presidente del collegio che doveva giudicare i vertici dell’azienda petrolifera, accusati di mazzette e poi assolti.
Allarmi inascoltati. Storari su Armanna: «Andava arrestato»
Il pm Paolo Storari (Imagoeconomica)
Le chat del pm sui colleghi («Cani incapaci») e sul testimone del processo contro Eni, alla fine assolta: «Pagava i testi».
Amara il «fortunato». Sta per patteggiare altri cinque reati
Piero Amara (Ansa)
Il faccendiere ha chiesto al tribunale di Potenza di concordare la pena di 3 mesi. Così arriverà al record di 47 accuse negoziate.
Sono tornati i finti segreti di Amara. Chi ha interesse a inquinare i pozzi?
Piero Amara (Imagoeconomica)
Sulla stampa spuntano presunte nuove rivelazioni del faccendiere che servono soltanto a restituirgli credibilità. In particolare, grazie alle vecchie accuse contro Massimo D’Alema e i vertici del Cane a sei zampe.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings