I dem litigano già sulle macerie dell'Obamacare - La Verità
Home
In primo piano

I dem litigano già sulle macerie dell'Obamacare

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

I dossier ampiamente divisi nell'attuale corsa elettorale verso la nomination democratica del 2020 fioccano. E, tra questi, un ruolo di primo piano è certamente incarnato dalla questione sanitaria. Una questione che, da almeno tre anni, sta scavando solchi sempre più profondi in seno all'Asinello. E che adesso rischia di deflagrare, nell'ambito di primarie già abbastanza litigiose.

In primo piano

I dem Usa vogliono abolire l'immigrazione clandestina

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Scintille a Detroit. Il primo dei due dibattiti televisivi tra i candidati democratici organizzati da Cnn si è rivelato non poco agguerrito. Una lotta senza esclusione di colpi, che ha palesato dinamiche relativamente inattese.

In primo piano

Usa 2020, tra i dem avanza Tom Steyer, miliardario ambientalista e anti Trump

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Si è registrato qualche cambiamento, negli ultimi giorni, nella corsa dei candidati alla nomination democratica del 2020. Il deputato californiano, Eric Swalwell, si è ritirato lo scorso 8 luglio, a causa dei magri risultati ottenuti in termini sondaggistici. Durante il dibattito televisivo di Miami aveva cercato di farsi notare, criticando il front runner, Joe Biden, per l'età avanzata e invitandolo a «passare il testimone». Peccato per lui, che questa strategia non avesse sortito il benché minimo effetto. Un fallimento che lo ha spinto così a tirarsi indietro.

In primo piano

La seconda puntata delle primarie dem è cannibalismo interno

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Un dibattito democratico ad alto grado di rissosità. Rispetto alla noia soporifera del confronto di mercoledì sera, quello di stanotte è risultato decisamente più movimentato, con i dieci candidati sul palco che hanno alla fine esemplificato l'autentica situazione in seno all'Asinello: litigiosità allo stato puro, condita da manie di protagonismo e da una certa ipocrisia. La seconda serata è stata quella dei big: e questo ha determinato non poca attesa in casa democratica. I vari candidati si sono concentrati per smontare quanto fatto da Bernie Sanders e Joe Biden. Entrambi dell'Asinello.