Piero Laporta
In primo piano

Washington appoggia l’azzardo leghista contro l’asse tra Cina, Francia e Germania

Ansa

Se Matteo Salvini ha rotto, è anche perché sa che gli Usa lo supportano nella sfida a dem e grillini, fedeli a Pechino, Parigi e Berlino.
In primo piano

L’Italia ha abbandonato i suoi soldati da anni

Ansa

I generali che hanno disertato la parata del 2 giugno per protestare contro Elisabetta Trenta hanno fatto bene, ma si sono svegliati tardi. Le Forze armate vengono umiliate da tempo nel silenzio dei vertici: per alcuni la divisa si è trasformata in un'uniforme da cameriere.
In primo piano

La guerra sotterranea a Di Maio può innescare il rimpasto gialloblù

Ansa

  • Rousseau ha salvato il vicepremier ma l'ala sinistra del M5s ribolle. E se chiederà cambi nei ministeri farà un clamoroso assist alla Lega. Che, oltre alla Difesa, ha messo nel mirino Salute, Trasporti e Affari europei.
  • E tre ex generali disertano il 2 giugno demilitarizzato. Nella sfilata di domani i veri protagonisti saranno cooperanti e civili. Vincenzo Camporini: «Il governo mette a rischio un'istituzione cruciale».

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Di Maio e Salvini per stare al potere cambino Costituzione e giustizia

Ansa

Cullarsi sulla sconfitta del Pd in Sardegna non basta. I due leader devono guardare alle europee e alla fine della legislatura costruendo un nuovo sistema politico. Facendo le attese riforme e smussando alcune rigidità.
In primo piano

Quella strana fuga di Cesare Battisti dal carcere italiano

Ansa

L'assurda evasione dell'ex esponente dei Pac dal penitenziario di Frosinone è piena di aspetti oscuri mai indagati da nessuno. Quel 4 ottobre 1981, una domenica fresca e soleggiata, una giovane donna, col finissimo stratagemma di depositare soldi per un recluso, entrò indisturbata, immobilizzò una guardia, una sola, lasciando via libera al manipolo di Pietro Mutti, il complice. In pochi minuti furono liberi Cesare Battisti e Luigi Moccia, boss camorrista.
In primo piano

Il bivio di Putin: tradire o non tradire Trump

ANSA

Ritirando le truppe da Siria e Afghanistan, il leader americano getta di fatto un ponte verso Mosca in chiara funzione anti cinese. Ma il sistema globale trainato dal regime di Pechino cerca di comprare lo «zar» che ha bisogno di soldi per finanziare le riforme.
In primo piano

Come limitare l’egemonia di Parigi principale causa delle migrazioni

Con il franco Cfa, i transalpini rapinano 500 miliardi l'anno all'Africa, provocando l'esodo. Se denunciamo questa ingiustizia e utilizziamo gli immigrati come uno strumento di pressione, possiamo cambiare le cose.