Giorgio Benati
In primo piano

Orchestre affondate da concorsi e posti fissi

Assunzioni pilotate dai sindacati, mediocri graziati da padrini interni. Il sistema di reclutamento dei giovani musicisti è distorto e fa scappare all'estero i veri talenti. Bisogna tornare alla meritocrazia e alla flessibilità, vero pungolo per promuovere la qualità.