L’Ue ci vuole tenere in ostaggio per anni - La Verità
Home
In primo piano

L’Ue ci vuole tenere in ostaggio per anni

Ansa

  • I tecnici di Bruxelles confermano che le sanzioni contro l'Italia sarebbero «giustificate». Jean-Claude Juncker fa il gufo: «La procedura durerà a lungo, così sbagliate direzione». Giuseppe Conte replica: «Lui ha sbagliato in Grecia». Giovanni Tria alle Camere: «Troveremo un compromesso».
  • Il Cdm approva il provvedimento leghista. Multe e sequestri per le navi delle Ong che forzano gli ingressi e nuove tutele alle forze dell'ordine. L'ipotesi rimpasto perde quota per il rischio ingerenze di Sergio Mattarella.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Altro che idillio, i falchi Ue tornano a colpirci

Ansa

Giuseppe Conte, sulla scia di Sergio Mattarella, auspica «un riesame del Patto di stabilità». Ma per il presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno le regole non si toccano e l'Italia «deve mantenere gli impegni». L'ex cancelliere austriaco Sebastian Kurz: «Non pagheremo i vostri debiti».
In primo piano

Adesso anche il Colle scopre i guai che ci procura il patto di stabilità

Ansa

Sergio Mattarella parla da premier e chiede all'Europa di rivedere le sue regole. Richieste che somigliano a quelle di Matteo Salvini, che lui ha sempre criticato. Sarà il capo dello Stato a dettare l'agenda del governo? Chi l'ha votato?
In primo piano

Sciences Po come la Corea del Nord. A lezione si studia il leader Macron

Ansa

L'ateneo parigino d'élite, dove insegnano Letta jr e Sandro Gozi, organizza un seminario su vita, opere e politica del capo di En Marche. Tra i libri di testo richiesti «Il presidente filosofo» e persino la sua autobiografia.
In primo piano

Altro che Francia e Germania, l’Italia punti all’intesa con Londra

Ansa

Parigi è ormai prigioniera del «neo Napoleone» Emmanuel Macron, Berlino è preda del suo stesso europeismo. Roma cerchi la sponda dell'Inghilterra che con la Brexit vuole ritagliarsi un ruolo fuori dagli schemi.
In primo piano

Macron recluta come consulente la Femen che profanò Notre Dame

Ansa

Nasce in Francia un consiglio per l'uguaglianza fra maschi e femmine. Tra i componenti c'è addirittura Inna Shevchenko. Nel 2013 entrò nuda nella cattedrale per «festeggiare» la rinuncia di Benedetto XVI.