In Ungheria c’è solo Orbán. Fidesz arriva al 56%. «Mi ispiro al modello Italia» - La Verità
Home
In primo piano

In Ungheria c’è solo Orbán. Fidesz arriva al 56%. «Mi ispiro al modello Italia»

Ansa

  • Il premier magiaro guadagna un altro 4%: è il simbolo del sovranismo continentale. Ha messo al centro famiglia e lotta all'immigrazione. Pronto l'asse con la Lega.
  • Vola il Brexit party di Nigel Farage. I gretini trascinano i Verdi tedeschi. L'euroscettico britannico quasi al 32%. In Germania Angela Merkel giù di 7 punti. A picco l'Spd, in risalita la destra di Afd In Spagna conferma per Pedro Sánchez. In Grecia Alexis Tsipras perde e si dimette.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Dopo le moine si fa sul serio. E la flessibilità si allontana

Ansa

Roberto Gualtieri chiude il suo primo Ecofin esultando: «Investimenti verdi fuori dal deficit». Peccato che Valdis Dombrovskis, tutore di Paolo Gentiloni, e il collega tedesco lo abbiano subito riportato all'ordine: «Vedremo, rispettare i vincoli di bilancio». La flessibilità resta un sogno.
In primo piano

Rispuntano i reduci del naufragio finiano per dare lezioni ai rozzi sovranisti

Ansa

Gli ex Futuro e libertà, dopo aver distrutto l'eredità della destra, fanno la morale a Matteo Salvini. La sua colpa? Non piace alla sinistra.
In primo piano

La scissione di Renzi? Il Pd sospetta il bluff

Ansa

L'addio, minacciato ma sempre rimandato con le scuse più varie, finora è stato usato dal Rottamatore per accaparrarsi poltrone. Nicola Zingaretti, dopo aver diviso le truppe del Bullo dando il ministero della Difesa a Lorenzo Guerini, vuole fargli mettere le carte in tavola.
In primo piano

Il pentolone dei Balcani è pronto a fare la festa alla von der Leyen

Contenuto esclusivo digitale

I prossimi mesi porteranno numerose novità geopolitiche nella regione dei Balcani. Nella seconda metà di settembre la Commissione europea dovrebbe confermare che la Croazia ha soddisfatto tutti i criteri tecnici per l'implementazione dei sistemi di controllo dell'area Schengen. Ciò significherebbe che entro breve i controlli sui passaggi delle persone verso l'area europea comune si sposterebbero dalla Slovenia al confine meridionale della Croazia che dovrà conseguentemente garantire la sicurezza di una frontiera orograficamente e politicamente sensibile abbracciante 1.200 chilometri di confini terrestri con Serbia, Bosnia Erzegovina e Montenegro.

In primo piano

Il taglio del cuneo? Ai lavoratori solo briciole

Ansa

Per smentire gli annunci giallorossi basta paragonarli con il flop di Romano Prodi. Mortadella stanziò 7 miliardi per ridurre le imposte su lavoro, con benefici minimi sui salari. Il Conte bis ha in canna la metà delle risorse: quindi in busta paga arriverà ancora meno.
In primo piano

Ritocchino al reddito di cittadinanza. Soldi facili a 500.000 stranieri in più

Ansa

Il ministero del Lavoro vuole ammorbidire i criteri che regolano l'erogazione del denaro ai non italiani. La Lega si era sempre opposta: fu uno dei motivi della rottura con i pentastellati. Però adesso c'è il Pd.
In primo piano

Troppe risse grilline, niente sottosegretari: «Ignobile mercato»

Ansa

Elisabetta Trenta esige il posto al Viminale, M5s sotto ricatto al Senato dove la maggioranza balla. Giuseppe Conte chiede di accelerare le scelte.
In primo piano

L’addio di Calenda e Richetti serve a Zingaretti per sgambettare Renzi

Ansa

Mentre il Bullo lavora per svuotare il partito, l'ex ministro dello Sviluppo economico accelera la sua fuga al centro. Il segretario non può dirlo, ma la mossa è una manna perché può erodere terreno al progetto rivale.
In primo piano

Primo successo di Conte in Europa: «Come previsto, nessun risultato»

Ansa

Lo staff della presidente Ursula von der Leyen certifica il flop del giro del premier a Bruxelles: «Come atteso, nessun esito concreto». Il premier fa il pieno di chiacchiere e «auspici» su flessibilità e immigrazione.