Matteo Ghisalberti
In primo piano

«Con noi le richieste dei gilet gialli conquisteranno l’Ue»

Facebook

Jordan Bardella, il ventitreenne capolista alle Europee del partito della Le Pen: «Un'allenza sovranista può togliere potere alla Commissione».
In primo piano

La polizia francese accusa l’Eliseo: «Mente sui gilet e ci mette a rischio»

Ansa

  • Uno dei maggiori sindacati di categoria: «Sabato 300.000 manifestanti, non 50.000 come dice il ministero». Le violenze contro le forze dell'ordine? «L'aggressività verbale di Macron & C. porta alla radicalizzazione».
  • «Il governo Philippe ha preso una deriva autoritaria». Il rappresentante degli agenti Michel Thooris: «Sgombriamo chi protesta, mentre gli spacciatori controllano le banlieue indisturbati».

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Parigi e Bruxelles contro Di Maio per il sostegno alla rivolta in giallo

Ansa

Dopo il ministro Nathalie Loiseau, anche la Commissione Ue attacca il vicepremier italiano: «Crediamo in Macron». Intanto slitta il debutto in politica dei gilet jaunes: la portavoce smentisce una loro presenza alle europee.
In primo piano

I gilet gialli candidati alle Europee. «Salvini sta con il popolo e noi con lui»

In primo piano

La Corte europea dei diritti dà l’ok all’applicazione della legge islamica

LaPresse

I magistrati accolgono il ricorso di una musulmana residente in Grecia vessata dalla propria comunità. Ma precisano: «Di per sé non è proibito creare dei gruppi separati che seguano le norme coraniche».
In primo piano

Tornano le proteste dei gilet gialli e chiudono il confine con l’Italia

LaPresse

Cortei in tutta la Francia, con blocchi alle frontiere e scontri con la polizia. Arresto brutale di uno dei leader. Ma, anche se il consenso per il movimento resta alto, la mobilitazione sembra aver esaurito la spinta iniziale.
In primo piano

Per monsieur Moscovici è già pronta una poltrona da 14.500 euro al mese

LaPresse

Finito il suo mandato a Bruxelles, il francese sarà ricompensato da Emmanuel Macron con un posto alla Corte dei conti. Mentre i gilet gialli contestano le élite staccate dal popolo, gli eurocrati continuano a cadere sempre in piedi.
In primo piano

«Ha appoggi in Germania». Lo jihadista in fuga fa tremare mezza Europa

LaPresse

  • A Strasburgo 3 morti e 14 feriti. Benché gli abbiano sparato a un braccio, Chérif Chekatt non si trova. Gli 007 tedeschi lanciano l'allarme: blindati 30 chilometri di confine.
  • Alcune pagine Internet riconducibili al movimento degli scontenti sostengono che l'attacco non sia casuale, bensì serva a bloccare le proteste. Il sottosegretario dell'Interno: «Ora serve responsabilità»

Lo speciale contiene due articoli.