Giuliano Guzzo
In primo piano

Lo studio che smonta gli stereotipi. Uomini più discriminati delle donne

Ansa

  • Una nuova ricerca scientifica dimostra che in 91 Paesi è il presunto «sesso debole» a passarsela meglio. Quanto a noi, siamo la nazione più vicina di tutte all'assoluta parità. Con buona pace delle femministe.
  • L'ultimo rapporto degli studiosi americani definisce la figura tradizionale dell'uomo come «deviante» e persino «dannosa».
  • Dalla Francia all'Italia, tutti indignati con Yann Moix, che ha detto di non amare le compagne di mezza età. Ma quando, nel 2015, dichiarò che «bisognerebbe togliere i figli biologici alle madri», nessuno ebbe da ridire.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

I manifesti che diffamano i medici obiettori

notizieprovita.it

Polemiche a non finire e censura per i cartelloni di Pro vita contro l'utero in affitto (vietato dalla legge). Ma gli atei dell'Uaar sono liberi di condurre una campagna feroce e offensiva contro i professionisti che, avendone diritto, si oppongono all'aborto. Secondo il ministero della Salute i ginecologi obiettori ammontavano al 71,5% del totale nel 2008, sono poi calati a 70,7% nel 2014, per decrescere ancora al 70,5% nel 2015. Nel 2016, infine, c'è stato sì un aumento del 70,9%.
In primo piano

Stop ai test sui gusti sessuali degli studenti

Il questionario sarebbe dovuto finire nelle mani dei ragazzi di 54 istituti umbri. Ma il ministro Marco Bussetti blocca tutto: «Basta atteggiamenti ideologici». La ricerca, denunciata dalla Verità, indagava sull'orientamento di alunni dai 12 ai 17 anni.
In primo piano

Sei etero? Odi i gay? L’indagine per rieducare gli alunni delle medie

LaPresse

  • Sta per arrivare nelle classi dell'Umbria un test per indottrinare i ragazzi di 12 anni. Dovranno dichiarare l'orientamento sessuale e le loro opinioni.
  • Il Comune adotta il metodo per «correggere» i docenti e creare bambini non sessisti.
  • Per l'Istituto di autodisciplina pubblicitaria la campagna contro l'utero in affitto non viola nessun codice. I promotori: «Ora la Raggi si scusi con noi per la censura».

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

I nuovi supereroi sono dei trans brasiliani

  • Netflix lancia Super Drags, una serie animata i cui protagonisti sono dei travestiti e che inizia inneggiando all'erezione. Ma è già polemica: secondo i pediatri, propagandare contenuti da adulti con un linguaggio infantile può fare molti danni.
  • In tutte le scuole scozzesi arriva l'ora obbligatoria di diritti Lgbt. Secondo quanto annunciato dal ministro dell'Istruzione, John Swinney, gli istituti pubblici del Paese otterranno finanziamenti per insegnare il «diritto alla diversità» e la lotta all'omofobia. Si partirà dai bambini di 5 anni.
  • Via dall'ateneo il prof pro famiglia. Philippe Soual, invitato dall'università di Tolosa, è stato cacciato dopo la mobilitazione degli studenti. Il motivo? Aveva aderito alle proteste contro il matrimonio «egualitario».
  • Parte il tavolo di consultazione Lgbt. Il governo alla prova dei temi etici. A presiederlo sarà il sottosegretario con delega alle Pari opportunità, Vincenzo Spadafora.
  • In homepage un estratto dello scandaloso trailer che i nostri figli rischiano di vedere.

Lo speciale comprende quattro articoli.

In primo piano

Basta «genitori», ritroviamo madre e padre

LaPresse

  • Matteo Salvini vince la battaglia in difesa della famiglia naturale. Nei formulari per la richiesta del documento elettronico dei minorenni non ci sarà più la generica dicitura voluta dal Pd. La carta d'identità è solo un baluardo simbolico, ma rappresenta una bandiera.
  • La Chiesa austriaca è attratta da tutto ciò che è assai trasgressivo e poco evangelico.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Il film contro l’aborto sbanca il botteghino

Negli Usa Gosnell incassa 1,2 milioni in una settimana ed è la quarta pellicola più vista nonostante silenzi e boicottaggi. Il film racconta la storia vera di Kermit Gosnell, il medico che uccideva bimbi nati vivi dopo un'interruzione di gravidanza: per molti il peggior serial killer americano.
In primo piano

A 6 anni devono scrivere lettere d’amore gay

LaPresse

In una scuola primaria inglese si insegna a familiarizzare con la diversità. Agli alunni viene chiesto di immedesimarsi in una fiaba in cui il principe Henry vuole sposare il suo servo Thomas. La maestra: «Così si impara a conoscere il matrimonio tra omosessuali».
In primo piano

Il Sessantotto cominciò due anni prima all’università di Trento

LaPresse

Renato Curcio e compagni anticiparono Parigi con un'occupazione di 18 giorni. I contestatori? Figli di papà fuori corso, provenienti da Milano e Torino.