Giancarlo Perna
In primo piano

La spocchiosa pentita della sua legge disastro

La madre di tutti gli esodati, Elsa Fornero , ora è in pensione e passa da una tv all'altra per dire quanto è stata brava nei mesi del governo Monti. Rimugina soltanto sugli sfondoni in cui è incorsa con la frettolosa riforma del lavoro che ha fatto perdere il sonno a 170.000 famiglie.
In primo piano

Il cinico servile che cammina sulle acque

Wikipedia

Il senatore a vita Mario Monti ormai passa il tempo in tv a difendere l'indifendibile e a esaltare quanto fece nell'anno e mezzo del suo governo. Le ricette Ue sono un fallimento, però sostiene che occorre prostrarsi come lui per evitare la spedizione punitiva della Troika.
In primo piano

Zagrebelsky, il mite studioso con la psicosi della tirannia

LaPresse

L'apocalittico professore sente ovunque l'ombra fredda della dittatura: 10 anni fa era Silvio Berlusconi, due anni fa Matteo Renzi, che lo definì «gufo parruccone». Ora tocca al governo gialloblù. Allievo dell'azionismo torinese, è presidente onorario di Giustizia e libertà.
In primo piano

Il Che del M5s ha la sindrome dell’abbandono

LaPresse

Grillino irregolare, è l'antipode di Luigi Di Maio. Dopo la legislatura a Montecitorio, ha iniziato un tour in Centramerica con la speranza di essere richiamato a furore di popolo. Per lui l'Isis è prodotto dalle strategie Usa. Le polemiche sulla prostituzione dei giornalisti.
In primo piano

Il Guardasigilli inventore del processo a vita

LaPresse

Il suo modello di prescrizione è uno strumento di tortura che instaurerà la dittatura dei giudici e trasformerà i cittadini in schiavi. Il ministro Alfonso Bonafede ha due personalità: affettato e cortese o sceriffo dal ghigno maligno. Di obbedienza cieca ai capi, è il Signorsì del M5s.
In primo piano

Pannella e il suo viziaccio di giocare al rialzo

LaPresse

Ricattatore a fin di bene fu il radicale che voleva sempre centrare il bersaglio.Marco, che in realtà si chiamava Giacinto, si accorse presto che il vero nome non gli piaceva. Disse il piccolo al babbo: «Giacinto mi dà l'orticaria. Da ora, sono Marco». «Sì, Marco. Sono d'accordo con tutto quello che dici e fai», rispose il papà. Vista l'arrendevolezza del genitore, Pannella si convinse di essere irresistibile. L'aneddoto circolava divertito nella sua cerchia.

In primo piano

L’industriale di sinistra alieno dalla realtà

LaPresse

Il presidente degli imprenditori italiani è un fumoso salernitano dalla retorica lenta e involuta. Al vertice di Viale dell'Astronomia grazie a Emma Marcegaglia e Matteo Renzi, ha appiattito Confindustria sul governo del Bullo. Quando ha tentato di svincolarsi, è stato massacrato.
In primo piano

L’Italia le fa schifo ma lei ci sta benissimo

LaPresse

La seducente polemista tv ha accusato il nostro Paese di ogni nefandezza, prima fra tutte il razzismo. Ma Matteo Renzi le ha promesso la candidatura alle elezioni europee per il Pd e lei si è fatta irretire. Con tanti saluti alla propria indipendenza spesso sbandierata.
In primo piano

Lo squalo Lagarde affila i denti per mangiarsi l’Italia

LaPresse

Da sette anni è direttore del Fmi, il cerbero dei conti economici con sede a Washington, gemello della Commissione europea. Ha sbranato la Grecia, spogliandola di ogni bene pubblico con la scusa di salvarla da sé stessa. Ora tenta il bis con il nostro Paese.
In primo piano

Macron, il bulletto androgino che odia gli italiani

LaPresse

Per digerire Monsieur le Président la Francia si è rassegnata al fatto che sia gay. Un duro colpo per l'autostima della moglie, che ha annunciato vendetta. In politica sventola principi che poi violerà, ma il disprezzo per il Belpaese non riesce a celarlo.