Chiara Merico
In primo piano

La Bce impone il futuro di Carige. Il governo stavolta sta con Draghi

Ansa

L'istituto viene commissariato per bypassare l'azionista che fino ad oggi ha messo i soldi. La banca s'ha da sposare a qualunque prezzo. Il premier Giuseppe Conte telefona ai Malacalza ma si schiera con la Vigilanza.
In primo piano

Guida alla personalizzazione di maglie, jeans e capi di abbigliamento

Contenuto esclusivo digitale
  • Un tempo sinonimo di lusso, oggi i capi d'abbigliamento su misura e personalizzati sono sempre più diffusi. Una ricerca di Deloitte spiega come con l'avvento dei social network i consumatori siano divenuti sempre più esigenti, critici, creativi e soprattutto alla costante ricerca di un prodotto unico che li differenzi dalla massa.
  • Valentina Nuzzi di Fedorami crea tshirt bianche ricamate a mano con scritte simpatiche. Il suo business, partito da Milano, ha già conquistato la Cina. «È come plasmare una tela, è divertente leggere le frasi - spesso incomprensibili - che mi vengono inviate perché tutte raccontano una storia diversa».
  • Collane, anelli, bracciali, orecchini: tutto può diventare tailor-made. Il marchio Parure propone i choker con le lettere del proprio nome, Apm Monaco crea bracciali rigidi con lettere in swarovski.
  • Anche il ready to wear cede alla moda del personalizzato. A lanciare la tendenza Atelier Notify che crea personalizzazioni con ricami, patch, e borchie amatissimi dalle star di tutto il mondo, da Gisele Bundchen a Linda Evangelista e Nicole Kidman.
  • Il lettering, ovvero l'arte di personalizzare con le proprie iniziali o il proprio nome degli oggetti, colpisce anche i bagagli. My Style Bag stampa e ricama la propria cifra su borse da viaggio di ogni tessuto e dimensione.
  • Perché non pensare di rendere unica anche la biancheria intima? Chité crea slip in taffetà di ogni colore con frasi cucite con fili coloratissimi.

Lo speciale contiene sei articoli.

In primo piano

Il biglietto del tram di Berlino costa 10 volte quello di Bucarest. E Madrid ha 293 chilometri di metro

Contenuto esclusivo digitale
  • Truenumbers.it ha verificato il prezzo dei biglietti di autobus, tram e metropolitane nelle principali capitali del Vecchio continente: un tagliando a Roma costa 1,50 euro, in media 31 centesimi in meno rispetto al resto d'Europa. In Romania un ticket costa 0,28 euro.
  • Il settore dei trasporti pubblici in Italia muove un giro d'affari di oltre 12 miliardi di euro l'anno, coinvolgendo più di 1.000 imprese, con oltre 126.000 addetti occupati e 5,2 miliardi di passeggeri trasportati ogni anno.
  • Cosa succede nel resto d'Europa? Lo studio di Fs e The european house - Ambrosetti ha preso in esame la situazione della mobilità urbana in alcune grandi metropoli del continente: Londra, Parigi, Madrid, Berlino, Stoccolma e Amsterdam. La capitale inglese investe 8,5 miliardi di sterline all'anno.

Lo speciale contiene tre articoli.



In primo piano

«Intesa con l’Ue». La letterina però è scritta

LaPresse

  • Oggi la riunione cruciale della Commissione. La decisione sulla procedura di infrazione per debito non è ancora presa, tuttavia i documenti sono già pronti. Il governo è ottimista sul via libera al 2,04%. Ma intanto il Pil è stato rivisto al ribasso dall'1,5 all'1%.
  • L'Ue vara la nuova norma sugli Npl: la soglia di deterioramento sarà 90 giorni, accantonamenti ridefiniti. Nessuna valutazione.
  • L'imposizione investirà le vetture che emettono più di 160 grammi di CO2 a chilometro. Nel primo scaglione, da 1.100 euro, rientrano molti modelli Fiat usati da nuclei numerosi. Incentivo massimo solo per chi rottama.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

«Far ripartire questo Paese non è una questione di decimali»

Federalimentare

Il presidente di Federalimentare, Luigi Scordamaglia: «I mercati punteranno sulla nostra nazione se daremo segnali di serietà, snellendo la burocrazia e agevolando la produzione».
In primo piano

I sex toys penetrano il mercato: 29 miliardi di dollari

Contenuto esclusivo digitale

David Len - Unsplash

  • Chi cerca giocattoli erotici spende dai 99 centesimi ai 400 dollari. A livello globale lo scorso anno il settore ha chiuso con oltre 18 miliardi di fatturato e nel 2021 si avvicinerà ai 30 miliardi.
  • Luka Matutinovic, Global marketing director del brand svedese Lelo, spiega come gli aggeggi erotici rappresentino sempre meno un tabù: «Le persone stanno diventando più aperte e più curiose ».
  • Il 17% degli acquisti è destinato al classico vibratore, ma la tecnologia ha dato vita a diverse innovazioni: tramite l'intelligenza artificiale gli strumenti si collegano pure alla realtà virtuale

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Sempre meno tacco 12: il 70% delle donne preferisce le scarpe basse

Contenuto esclusivo digitale
  • Nel 2017 le vendite di modelli con tacco (in media superiore ai 7 centimetri) sono calate del 12%, mentre allo stesso tempo quelle di sneakers da donna sono cresciute del 37%. In Italia sette su dieci acquistano ballerine o modelli senza tacco anche se spendono almeno il 35% in più delle francesi e il 25% in più della media europea
  • Il settore calzaturiero è uno dei pilastri del Sistema Moda, con 4.800 aziende e 77.000 addetti, un saldo commerciale da sempre attivo e un fatturato annuo complessivo che nel 2016 era pari a 14,2 miliardi di euro.
  • Jimmy Choo, Laboutin e Blahnik restano salde ai piedi delle attrici che popolano il piccolo schermo, ma avanza una lunga serie di giovani stilisti: da Nicolò Beretta, in arte Giannico, fino a Alexander Birman e Viviana Vignola.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

Buio edilizia: dopo Condotte e Astaldi pure Mantovani chiede il concordato

Società danneggiata da problemi legati a commesse pubbliche, come la piastra di Expo e il Mose di Venezia. Tutto il comparto costruzioni soffre: questa è la terza big italiana a portare i libri in tribunale in pochi mesi.
In primo piano

Enel investe 27 miliardi e rilancia la cedola: 32 cent

Contenuto esclusivo digitale

LaPresse

Utile a 4,1 miliardi di euro, nel 2018. L'ad Francesco Starace: «Ci sentiamo molto forti sulla nostra performance nei prossimi tre anni. Sapevamo sempre quale sarebbe stata la nostra traiettoria di crescita, ma questa volta intravediamo più chiaramente la performance futura».

In primo piano

Per rilanciare il business, il pigiama adesso esce dalla camera da letto

Contenuto esclusivo digitale
  • Il mercato globale vale una cifra che oscilla tra i 30 e 40 miliardi: il 70% dell'abbigliamento da notte viene infatti venduto nel mass market e solo il 5% appartiene a brand del lusso. Il resto è fast fashion: Asos propone in catalogo oltre 700 articoli dedicati al sonno delle donne, mentre H&M ne ha meno di 80 e Zara nemmeno uno. I nuovi trend di utilizzo servono a rilanciare il mercato che esce da anni di trend negativi.
  • Come Sarah Jessica Parker, la nota Carrie del telefilm cult anni Novanta Sex and the City , la moda spinge a indossare i capi da casa anche al lavoro, magari con un paio di tacchi a spillo o sneaker. Se il total look vi sembra troppo abbinate la casacca maschile a jeans e sneakers.
  • Se siete tradizionalisti e lo usate solo di notte, attenzione al materiale e alla vestibilità: le regole per dormire bene iniziano da cosa si indossa sotto le lenzuola. La seta è perfetta per chi preferisce stare fresco. Gli indumenti troppo stretti causano insonnia.

Lo speciale comprende tre articoli e una gallery con alcuni modelli per questa stagione.