Carlo Tarallo
In primo piano

I profughi sono salvi. La sinistra però è furibonda perché voleva portarli qua

Ansa

  • Dopo l'intervento di Giuseppe Conte i libici confermano: nessuna strage. Gino Strada a Matteo Salvini: «Fascista». Il ministro: «Mangiatoia finita».
  • «L'Europa fa ammalare i migranti». Secondo l'Oms gli stranieri «non portano malattie». Al contrario: «Le contraggono qui, perché vivono male». Morti in mare: i dati forniti dalle Ong non sono comprovati.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Tifano stragi in Libia per far cambiare la politica al governo

Ansa

Barcone in avaria nelle acque di Misurata, si temono vittime. Pressing Ong. Palazzo Chigi: in contatto con Tripoli, tocca a loro. Chiunque abbia un minimo di sale in zucca sa bene che l'unico modo per diminuire il numero dei morti è non far partire più questi catorci del mare, ma la sinistra no: la sinistra spera che ne partano ancora e ancora.
In primo piano

Nuova strage in mare: incolpano Salvini e assolvono gli scafisti

Ansa

  • Un gommone naufraga al largo delle coste libiche, i morti sarebbero 117. Matteo Renzi come gli attivisti: «Ora aprite i porti». Leoluca Orlando delira: «Norimberga per il vicepremier».
  • Rai e Regione Piemonte sostengono il film spot sull'accoglienza di Msf. Arriva anche al cinema Dove bisogna stare, il documentario di Daniele Gaglianone sulle volontarie che lavorano con i migranti. Realizzato grazie a fondi pubblici, con il sostegno della Ong e della terza rete.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

I due nemici tornano in campo

Ansa

  • Il Cavaliere ritorna e rimanda l'Opa di Giovanni Toti su Forza Italia. Silvio Berlusconi annuncia la sua candidatura per il voto di maggio. Scetticismo nel Carroccio e tra gli azzurri più vicini alla Lega.
  • L'Ingegnere critica tutti e si assolve ma il suo broker rischia il processo. A Gianluca Bolengo, Carlo De Benedetti fece acquistare azioni delle Popolari dopo la soffiata di Matteo Renzi.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Prima l’obbligo, poi la stangata. Prezzo dei vaccini su del 62%

  • I calcoli dell'Aifa rivelano che la spesa è cresciuta di 130 milioni fra il 2016 e il 2017. La colpa non è dell'aumento del numero di immunizzazioni, ma del prezzo delle dosi, passato da 14,02 a 22,74 euro in media. Un affare per le multinazionali del farmaco.
  • Un contro manifesto smonta Roberto Burioni: «Ha un'idea di scienza del tutto superata». Il docente e filosofo Ivan Cavicchi propone sul «Fatto» un documento alternativo a quello del medico: «Gli esperti dialoghino di più».

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

I giornali cattolici contro i gialloblù sono gli stessi che perderanno i fondi

Famiglia Cristiana, che nel 2017 ha ricevuto 318.000 euro e guida la lista dei periodici beneficiati, vedrà azzerarsi i contributi nel 2022. Tagli pure per La Civiltà Cattolica, che ha lanciato il manifesto anti populisti.
In primo piano

Le ultime bugie di Battisti per cercare di salvarsi

Ansa

  • Prima del blitz dell'Interpol il latitante Cesare Battisti aveva chiesto l'asilo politico in Bolivia: «Aiutatemi, voi siete una democrazia. In Italia la Cia tortura i prigionieri».
  • Il terrorista è sceso dal jet sorridendo alle telecamere, poi è stato rinchiuso. Il Guardasigilli Alfonso Bonafede: «Nessuno può sottrarsi alla giustizia italiana».

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Il Pd ha aperto la strada alla cyber insicurezza

Ansa

  • L'Italia, per colpa dei dem, non ha un'agenzia indipendente. Questo, con la nuova norma Ue, è un problema.
  • Durante i giorni della trattativa con l'Ue, il finanziere incontrò in segreto il socialista Frans Timmermans. Il guru delle Ong spingeva perché la nostra manovra fosse bocciata. Un'ossessione che lo insegue dai tempi di Monti.
  • Per il Cdr la denuncia di censura di Ivo Caizzi è solamente una «richiesta di chiarimenti» Averla diffusa è stato «deplorevole». Detto da chi pubblicò le mail private di Paolo Savona...

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

Archiviata la crisi dei profughi. Lega e M5s discutono sulle trivelle

Ansa

Matteo Salvini minimizza la polemica sulla questione maltese: «Si è trattato di bere un caffè con Luigi Di Maio e Giuseppe Conte». Nel frattempo cresce il disaccordo sulle piattaforme petrolifere. Il Carroccio le vuole ma i grillini fanno muro.
In primo piano

«Qui non entra nessuno». Salvini contro tutti per i clandestini di Malta

Ansa

  • Giuseppe Conte dà l'ok all'accoglienza, il ministro sbotta e si oppone: «Non ha senso». Nel frattempo, a Varsavia, getta le basi dell'intesa sovranista per le europee.
  • Operazione dei carabinieri smantella una banda di scafisti arabi: oltre a sigarette di contrabbando e immigrati, sbarcavano in Sicilia uomini vicini all'Isis, di cui loro stessi erano simpatizzanti. È stato decisivo un pentito: «Voglio fermare i terroristi».
  • L'Unione elogia la «solidarietà» dell'isola Di fatto, però, il premier Muscat ha usato la crisi e preteso l'accordo per smistare centinaia di extracomunitari in altri Stati E Baglioni attacca la Lega: «È una farsa».

Lo speciale contiene tre articoli