Alessandro Rico
In primo piano

Riempiamo di soldi gli Stati africani. Ma loro ci attaccano sobillati da Macron

LaPresse

  • Al Continente nero abbiamo versato 108 milioni in 3 anni contro i 9 della Francia. Che spinge i leader a polemizzare con Matteo Salvini.
  • Lo scrittore Sandro Veronesi, accompagnato dai capi delle principali sigle del Mediterraneo: «Hanno creato una macchina finalizzata alla morte».
  • I lavoratori di un'azienda californiana contro la produzione di un sensore che contrasta l'immigrazione dal Messico.
  • I flussi migratori verso la Spagna producono lo stesso disastro già visto qui. Le autorità di Madrid denunciano che gli immigrati, anche per colpa delle «spinte» delle Ong, finiscono quasi sempre nel racket.

Lo speciale contiene quattro articoli

In primo piano

Missionario italiano rapito in Niger

Padre Maccalli sarebbe stato trasportato dai jihadisti in Burkina Faso. Nonostante le operazioni militari a guida francese, la regione del Sahel è preda dei gruppi islamisti.
In primo piano

Ma quale Kalashnikov al Carrefour: la grande bufala del Far West Italia

LaPresse

I media nostrani hanno scritto che la nuova legge liberalizza la vendita di armi da guerra. In realtà il decreto recepisce una direttiva Ue e contiene regole ferree. Tutte le bugie di chi parla di mitragliatori al supermercato.
In primo piano

Per il caso McCarrick salta un cardinale. Tutti i capi dei vescovi convocati in Vaticano

  • Il Papa indice un'adunata mai vista sul tema abusi. E Donald Wuerl, accusato da Carlo Maria Viganò, ora parla apertamente di dimissioni.
  • Vertici della Chiesa Usa in udienza con il timore di una pulizia «a metà». Francesco riceve oggi la delegazione della Conferenza episcopale americana, la più netta nel chiedere di affrontare i problemi denunciati dall'ex nunzio: non solo la pedofilia, anche la lobby gay.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

«Giusto tacere», dice l’altro Viganò, quello che fabbricava fake news

LaPresse

  • Al coro del «silenzio» sui fatti scoperchiati dall'ex nunzio, si unisce l'esperto di comunicazione del Vaticano famoso per aver taroccato una lettera di Benedetto XVI. Il popolo dei fedeli intanto attende ancora la verità.
  • Ha convissuto per 4 anni con il cardinale gay e all'epoca le prime denunce per molestie erano note alla Chiesa: lo conferma il vescovo di Metuchen.
  • Indaga il procuratore Josh Shapiro. Le diocesi locali: «Collaboreremo».
  • In un momento clou del meeting mondiale delle famiglie, il prelato americano si è fatto affiancare sul palco da un membro di una lobby arcobaleno. Nel '99 il gruppo era stato condannato dal Sant'Uffizio.

Lo speciale contiene quattro articoli.

In primo piano

L’Onu: raggiunta una tregua a Tripoli. E il Califfato cerca di fare proseliti

LaPresse

  • Dopo una giornata di scontri, le Nazioni unite annunciano l'accordo tra le milizie per il cessate il fuoco. Colpito centro di detenzione: 1.800 migranti in fuga. Pericolo «foreign fighter» di rientro da Iraq e Siria.
  • Il governo scommette sulla pace. Summit ristretto per l'emergenza libica guidato da Giuseppe Conte: la linea è sostenere fino all'ultimo l'esecutivo tripolino. Sul tavolo la possibile nuova ondata di sbarchi.
  • Vladimir Putin si fa beffe dell'alt di Donald Trump e scatena i bombardieri sulla Siria. Mosca, appoggiata dall'Iran, picchia duro su Idlib. Venerdì trilaterale con la Turchia.
  • Emmanuel Macron cerca gloria in Nord Africa ma in patria fallisce. Un secondo ministro si dimette, mentre i consensi del presidente sono persino più bassi di quelli di Hollande nello stesso periodo.

Lo speciale contiene quattro articoli.

In primo piano

I ribelli assaltano il centro di Tripoli. Conte: «Nessuna missione italiana»

LaPresse

  • Il premier Fayez Al Serraj, messo alle strette, chiama in aiuto le milizie di Misurata. Il nostro governo smentisce la chiusura dell'ambasciata e l'invio di truppe. Fuga di massa da un carcere. Oggi il primo tavolo di pace.
  • Concentrare le relazioni solo sulla capitale è una scelta miope: siamo stati isolati.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

«Occhio, anche Londra e Istanbul soffiano sul fuoco»

LaPresse

L'analista Paolo Sensini: «I due Paesi usano le tribù per fare i propri interessi. L'Italia chieda all'Onu un mandato per intervenire militarmente».
In primo piano

L’uomo del Papa allo Ior ha un passato zeppo di scandali omosessuali

LaPresse

  • Monsignor Battista Ricca conviveva con il suo amante e aveva frequentazioni ambigue. Francesco sapeva, tuttavia lo ha promosso a prelato della banca vaticana.
  • La versione dell'ex addetto stampa del Vaticano sull'incontro fra l'attivista anti nozze gay e il Papa è un boomerang per la curia: niente imboscate, il Pontefice sapeva tutto. Francesco irritato non per le idee della donna, ma perché è stata sposata quattro volte.
  • La Stampa, Corriere e Repubblica: gli esperti di clero dei grandi giornali sono passati dal tessere le lodi dell'ex nunzio in America a dipingerlo come un carrierista deluso in cerca di vendetta.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

«Anche Orbán si prenda i migranti»

LaPresse

Il sottosegretario agli Esteri Manlio di Stefano: «Salvini dialoghi con chi vuole, ma il governo punta ai ricollocamenti. Oettinger? Solo un burocrate. Se l'Ue non ci aiuta, giusto non contribuire al bilancio. Cancellare le sanzioni alla Russia».